Business da fermare

Un giro d'affari florido più che mai. Dannoso per l'economia sana

Business da fermare

Quanto vale il mercato del falso in Italia? I numeri di un fenomeno che arricchisce l’industria illegale

Print Friendly, PDF & Email

Il mercato del falso in Italia genera un fatturato di 6,9 miliardi di euro. La stima è emersa da una ricerca realizzata nel 2014 dal ministero dello Sviluppo economico in collaborazione con il Censis sull’impatto della contraffazione nell’economia nazionale.

Settori trainanti. Al primo posto si collocano l’abbigliamento e gli accessori, il cui valore sul mercato nazionale del fake si aggira intorno ai 2,2 miliardi di euro, pari al 32,5% del totale. Sono falsificati soprattutto giubbotti, capi sportivi e, tra gli accessori, borse e portafogli. Segue il settore degli audiovisivi, con un valore di spesa pari a quasi 2 miliardi (il 28,5% del totale).

Cibo e cellulari. Sono contraffatti anche i prodotti alimentari, per circa 1 miliardo di euro l’anno, pari al 14,8% del totale. Tra i prodotti in crescita negli ultimi tempi ci sono gli apparecchi e i materiale elettrici, soprattutto cellulari e componenti, che valgono 732 milioni di euro (il 10,6% del totale).

Patacche di lusso. Si espande anche il settore degli orologi e dei gioielli, i cosiddetti prodotti d’alta gamma che oggi si aggira intorni ai 402 milioni di euro (il 5,8% del totale). Infine il materiale informatico, vale a dire componenti hardware per computer, tablet, schede di memoria, chiavette Usb, per un valore di 282 milioni di euro (4,1% del totale).

Le regioni più esposte. L’industria della contraffazione – sia come fabbricazione di prodotto contraffatto, sia come ricondizionamento/completamento di prodotto proveniente dall’estero – è diffusa in tutto il territorio nazionale, con punte elevate in Campania (abbigliamento, componentistica, beni di largo consumo), Toscana, Lazio e Marche (pelletteria), Nord Ovest e Nord Est (componentistica e orologeria).

Scarica i materiali di approfondimento

Scritto da

COMMENTI